Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  lunedì 9 settembre 2013 21.10
Buongiorno, nella vostra esperienza, avete mai assistito ad una sieroconversione ad 1 anno? grazie per il vostro lavoro.
No.
PBQ2013/1668 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 9 settembre 2013 21.10
Buongiorno, volevo chiederle se esiste la possibilità di contrarre il virus attraverso le mani non accuratamente lavate.
Mi spiego meglio, mi è capitato di toccare del materiale leggermente sporco di sangue potenzialmente infetto a mani nude e non essendoci acqua, di pulirle con il gel idroalcolico.
Solo dopo un‘ora ho avuto la possibilità di lavarmi le mani ;nel caso in cui mi fossi toccata gli occhi o messo le mani in bocca potrei aver contratto eventualmente il virus?la ringrazio Federica
Riteniamo di no.
PBQ2013/1667 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 9 settembre 2013 21.09
Salve,

Vi contatto per avere un vostro parere circa un episodio che mi é capitato. Fra pochi giorni mi sposeró e alcuni miei amici hanno organizzato il mio addio al celibato, in un locale di lapdance.

Nell'occasione, in due circostanze, la ballerina si é toccata le parti intime (vagina) e subito dopo le dita della sua mano sono venute a contatto, accidentalmente, con la mia bocca per una frazione di secondo. Nell'episodio ho avvertito chiaramente le unghie urtare contro le gengive superiori, in corrispondenza degli incisivi centrali e con la punta della mia lingua. La cosa é durata realmente una frazione di secondo perché si é trattato di una sorta di incidente (la ballerina voleva darmi una sorta di "buffetto")

Dalle nozioni in mio possesso si tratterebbe di contatto indiretto, tra l'altro con una quantitá minima di secrezioni (l'impressione, ma é solo un ragionamento a posteriori, é che avesse solo simulato di masturbarsi, limitandosi ad accarezzarsi la parte esterna della vagina, come hanno fatto le altre ballerine per tutta la serata).
Sta di fatto che ora sono qui a temere...sará che non ho mai tradito la mia futura moglie...sará l'ansia per il matrimonio...non lo so.

Concludo dicendo che nel mese di giugno (quindi prima di questo episodio) ho eseguito un test hiv, risultato negativo.

Posso archiviare la faccenda, senza entrare nuovamente nel vortice dei test che, in passato, su di me hanno avuto un effetto terribile?
Mi ripeto che non ho avuto contatti sessuali penetrativi, né rapporti orali e che per tale motivo non ho nulla da temere....ma il vostro parere sarebbe per me fondamentale
Riteniamo la situazione descritta non a rischio.
PBQ2013/1666 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 9 settembre 2013 21.07
Volevo fare una considerazione: secondo il mio modesto parere c'è un po' di informazione generali che ci confondono date sul web del tipo: chiedi all iss e dicono che il virus fuori dal corpo umano si inattiva subito, anlaids dopo 5 / 10 secondo voi dite che non si può cronometrare... Ecc ecc .... Noi come facciamo a chi dobbiamo ascoltare??? Grazie
C'è sempre il test che toglie ogni dubbio.
Ci permetta di dire che non è solo questione di informazioni più o meno simili (come in questo caso) ma il cui senso è comune, gioca molto l'ansia e/o ipocondria delle persone (almeno di alcune) che porta ad andare in crisi di fronte ad alcune apparenti differenze......ma questo è un problema diverso.
PBQ2013/1665 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 9 settembre 2013 21.03
Guardi che bella notizia ho trovato... conferma? http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.gay.it%2Fnews%2FApprovato-il-vaccino-HIV-per-la-sperimentazione-umana&h=0AQExFkLn&s=1
Speriamo bene.
PBQ2013/1664 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.59
Gentile staff buonasera. oggi ho avuto un incontro occasionale con due ragazze escort che praticano solo giochi di dominazione e che ho voluto incontrare proprio perchè non praticano sesso e sono terrorizzato dall hiv e che per gioco a tradimento una mi ha sputato in un occhio ma leggermente (almeno questa era la senzazione mia e anche lei mi ha rassicurato su questo) . ora mi sento un po preoccupato e questa sarà un esperienza che non ripeterò mai più. Tenendo presente che circa 20 anni fa sono stato operato di glaucoma e cataratta e che ho gli occhi leggermente venati di sangue sul bordo presso il naso posso aver rischiato ? debbo fare il test.? vi ringrazio molto e porgo distinti saluti.
Paranoia pura. La saliva non infetta.
PBQ2013/1663 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.58
buongiorno,
ho effettuato un test e il laboratorio ha usato il metodo ELFA (Vidas) il risultato è negativo in quanto l'index è di 0,06. ( negativo se minore di 0,25 , positivo se maggiore o uguale a 0,25)
Ma cosa è dovuto questo valore? Potete aiutarmi a capire per favore?
grazie .
È negativo, non c'è nulla di particolare da capire, al di sotto dei parametri indicati è negativo.
PBQ2013/1662 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.56
Buongiorno, sono una giovane ragazza inesperta.
Ecco le mie paure: ho baciato molti ragazzi, ma ho letto che la saliva non infetta. Ho avuto solo 3 rapporti penetrativi sempre coperti dal condom, rapporti passivi e attivi senza condom. Non ho mai ricevuto ne ingoiato sperma. Ho paura perché in un rapporto con condom ho perso sangue dalla vagina. Devo fare un test? Aiuto!!!
Sui rapporti orali ricevuti ci sono opinioni diverse. Se è in ansia faccia il test e volti pagina.
PBQ2013/1661 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.55
buon giorno,circa2anni fa ho avuto dei rapporti vaginali non protetti,ma senza eiaculazione interna,per cui di recente,per scrupolo,mi sono recata presso un laboratorio privato ed ho effettuato un test con esito negativo.Quindi posso rilassarmi e riprendere ad aver rapporti con una persona di cui conosco lo stato sieronegativo?non è che c'è la possibilitá di un falso negativo?è che sono più agitata ora che prima del test..grazie per la risposta
Dopo due anni, ovviamente il test è definitivo. Suvvia......
PBQ2013/1660 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.53
Buongiorno, ieri ho avuto un rapporto orale non protetto, senza eriaculazione con una persona di cui non conosco la situazione HIV. Non ho modo di rintracciarla.
La fellatio è durata meno di 20 secondi, e al momento dell'atto, l'organo genitale del partner era sicuramente "secco". Come devo comportarmi? Vi ringrazio
Abbiamo ripetuto innumerevoli volte come la pensiamo.....per noi non è a rischio, altri ritengono di si.
PBQ2013/1659 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.52
Buongiorno,
Spero mi possiate dare un consiglio, ho eseguito test hiv a 75 e 94 giorni da rapporti non protetti con il mio ex ragazzo, ma ad oggi dopo un anno dall'ultimo rapporto continuo ad avere dei linfonodi gonfi e altri sintomiche non specifico perché so che voi non prendete in considerazione i sintomi ma vale solo il test. La mia domanda è posso dare per definitivo il test a tre mesi che ho fatto a novembre o è il caso di ripeterlo? Premetto che ho fatto dei controlli anche per altro.ringrazio anticipatamente e vi auguro una buona giornata e buon lavoro.
3 mesi bastano.
PBQ2013/1658 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.51
leggo spesso che hiv da sintomi dopo 10 o 20 anni e che dall analisi normali del sangue non si capisce niente. ma è possibile che un virus così terribbile che fa tutti questi danni non fa nessun sintomo e non si vede dalle analisi se qualcosa non va bene? mi sembra una cosa fatta aposta per fare paura lla gente cioè posibbile che una persona che si contagia sta bella bella per venti anni e anche di piu? è molto strano
Non è strano, l'hiv non è più una malattia terribile ed incurabile, esistono terapie efficacissime, ma occorre scoprire per tempo l'infezione facendo il test perché per anni può restare asintomatica.
PBQ2013/1657 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 7 settembre 2013 21.49
Buongiorno, vi descrivo cosa mi è successo ieri. Ero a lavorare con un mio amico e, dopo aver finito, visto che lui usava un aerografo, lo ha smontato e mi ha chiesto se per cortesia andavo in bagno a lavarlo. Io, prendendolo, non mi accorgo che il coperchietto superiore era tolto e che l'aghetto era fuori. Quindi mi pungo il pollice e corro in bagno a sciacquare tutto. Visto cio' il mio amico mi dice: Ah dai che non è niente, mi sono punto anche io poco fa. Ora: Non so se sull'ago c'era presente qualche traccia di sangue, fatto sta che la mia puntura è piccolissima e non so se ha cacciato qualche gocciolina di sangue, visto che ho sciacquato 10 secondi dopo, ma ora il buchetto non si vede neanche. Secondo voi se il mio amico fosse sieropositivo avrei rischiato? Scusate gli errori ortografici ma sono in un'ansia assurda e sto scrivendo dal cellulare. Su internet ho letto che le punture sono a rischio. Non so piu che fare, aiuto! L'ansia mi sta divorando, aiuto!
Farsi divorare dall'ansia non ha senso, immaginiamo che m non sia una "novità" per quel che la riguarda.....ci sembra improbabile che vi sua stato un rischio che ci sarebbe solo incaso di puntura con ago immediatamente successiva a puntura precedente da parte del suo amico....deve essere un ago che punge davveroo, non un oggetto semplicemente appuntito che fa un pochino male.....
PBQ2013/1656 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 21.01
Quanto sangue occorre x contagiarsi???? Basta un semplice contatto tra ferite ho deve essere prolungato....grazie
Mica possiamo misurare la quantità minima....ovvio più sangue c'è, più evidente è la ferita, più si rischia. Non ha senso paralare di quantità minime. Dopo di che non cominciamo con le paranoie su micro gocce o micro ferite....
PBQ2013/1655 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 20.57
Rif. 1560

Quindi la mia preoccupazione, avendo mangiato un gelato leccato da una persona che potrebbe essere sieropositiva è infondata?
Per la terza e, con tutto rispetto ultima, volta le ripetiamo che non ha corso rischi e che questo genere di paure, dopo più di 30 anni dalla scoperta del virus sono, quantomeno, anacronistiche.
PBQ2013/1654 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 20.55
Cari Dottori,

solo 2 parole dal cuore per voi che svolgete una missione importante e che dimostrate con dedizione e amore 'vocazione' per il lavoro che svolgete:
GRAZIE INFINITE!!!
A lei.
PBQ2013/1653 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 20.54
Salve staff vorrei illustrarvi la mia situazione...ho praticato con un uomo siero sconosciuto masturbazione reciproca lui mi ha praticato sesso orale scoperto e poi ho avuto degli sfregamenti tra il suo pene e il mio ano...non mi ha penetrato ma solo sfregamenti e pressioni senza però esserci una penetrazione...io ho delle leggere escrescenze di pelle nella zona anale e delle piccolissime emorroidi che di solito non sanguinano tutt'al più facendo pressione con la carta igienica si nota talvolta una macchiolina di sangue...x paura del contatto tra il suo liquido pre spermatico e il mio sangue ho comunque fatto una serie di test...eclia 4 generazione a 23 giorni...elfa a 30 giorni...eclia 4 generazione + antigene 24 a 35 a 44 e infine a 56 giorni...grazie a Dio gli esiti sono stati negativi...ora le mie domande sono 3....ho rischiato davvero nella situazione descritta? Un test negativo a 56 giorni mi da una buona sicurezza sul fatto di non aver contratto il virus? In altre nazioni il periodo finestra e' intorno ai 45 giorni ma usano gli stessi nostri test o sono piu avanzati? So che in caso di problemi immunitari il test può avere una finestra più lunga io sono in buona salute mai avuto problemi di nessun tipo...scusate la lunghezza del messaggio e grazie x il servizio che offrite
Riteniamo che i test effettuati risolvano ogni dubbio e paura.
PBQ2013/1652 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 12.11
Domanda 1649
Gentilissimi grazie x la risposta!
Quindi mangiare qualunque cosa sia stata morsa o leccata da una persona sieropositiva non é un problema?
L'uso di stoviglie in comune non è a rischio, non lo è nemmeno addentare o mangiare un alimento "toccato" da una persona con hiv.
Nessuno si è mai infettato in questo modo.
Il rischio nella "quotidianità" è potenzialmente legato agli scambi ematici (sangue di persona con HIV a contatto con una ferita aperta di altra persona) ed è assai improbabile possano avvenire mangiando qualcosa.
PBQ2013/1650 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 09.23
Salve Staff,
Mangiare un gelato leccato da una persona sieropositiva é a rischio?
Grazie
No.
PBQ2013/1649 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 5 settembre 2013 09.21
Salve staff di dottori,ho scritto per la domanda penetrazione tipo petting ma vestiti,volevo intendere uno sfregamento con pantaloni e slip indossati mentre si era al parco,e durante i baci profondi un contatto pene e vagina sempre entrambi con slip e vestiti....per cui mai scoperti e quindi nudi....
Ok... le abbiamo risposto.
PBQ2013/1648 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox