Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  venerdì 26 dicembre 2014 10:36
Buona sera e buon Natale.
Vi scrivo perchè circa una settimana fa ho avuto per la prima volta un rapporto con un transessuale: ho ricevuto una fellatio con preservativo, mentre io ho preso in bocca il suo pene per circa un 30 secondi senza eiaculazione da parte sua. Scusate se sono stato così diretto, ma volevo sapere se ho corso il rischio di aver preso hiv con il rapporto descritto oppure posso stare tranquillo?
Grazie in anticipo per la vostra risposta.
I rapporti oro-genitali ricevuti non sono considerati a rischio, a maggior ragione se protetti....
Quelli praticati, sono considerati a rischio teorico in caso di eiaculazione in bocca, anche se non ci sono riscontri specifici nella casistica.
Il test toglie ogni dubbio.
Ricordiamo che in caso di rapporti occasionali, soprattutto se frequenti e anche se protetti, fare il test "ogni tanto" è una pratica che consigliamo.
PBQ2014/3404 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 25 dicembre 2014 22:49
salve oggi giorno di natale una persona mi ha fatto gli auguri con un abbraccio baci sulla guancia mi sono accorta che aveva un taglio forse si era fatto la barba era rosso ho una paura mi consigliate il test grazie Buon natale..
Non ha rischiato, non serve fare alcun test.
PBQ2014/3403 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 25 dicembre 2014 09:11
I migliori auguri a tutti voi di vivere al sole!
È lodevole cio che fate quotidianamente.
Grazie, auguri.
PBQ2014/3402 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:25
Buone feste a tutti e grazie per tutto ..!
Ricambiamo con piacere gli auguri. Sereno Natale a tutti.
PBQ2014/3401 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:24
Auguri a tutti voi di Vivere al Sole. Siete Angeli.
Grazie, Buon Natale a tutti.
PBQ2014/3400 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:24
Salve oggi ad un pranzo una persona della comitiva ha girati il suo caffè' con un cucchiaino e dopo averlo leccato forse non rendendosene conto me lo ha dato e io ho girato il mio caffè' ....dopo un po ho pensato al tutto.se questa persona fosse affetta da hiv...consigliate di fare il test subito o aspettare i 90 giorni?
Non è una situazione a rischio, nella maniera più assoluta!
L'HIV non c'entra nulla con queste modalità....sono passati 30 anni dalla scoperta del virus, non sarebbe ora di stare sereni?
PBQ2014/3399 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:22
Grazie di tutto
Buon Natale!
Buon Natale anche a lei, di cuore.
PBQ2014/3398 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:21
Ho preso una bevanda ad un distributore automatico in ospedale al pronto soccorso; poco dopo aver schiacciato i tasti mi sono toccata con le stesse dita le labbra dove ho un taglietto dovuto ad un morso datomi poco prima. Mi ha preso la paura che visto il luogo e il numero di persone che stavano utilizzando il distributore i tasti potessero essere in qualche modo contaminati con delle tracce di sangue, io mi sono toccata circa un minuto dopo che altri avevano toccato la macchinetta. Sono ossessionata dal pensiero che simili disattenzioni possano portare a un contagio hiv. esiste un rischio concreto visto che ho toccato una ferita recentissima sulle labbra di contrarre in tale modo la malattia? Sono molto preoccupata
Le ossessioni si affrontano con l'aiuto di uno psicologo o di uno psichiatra.
Non esistono rischi di questo genere per HIV.
PBQ2014/3397 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 21:20
Salve circa un mesetto fa ho ricevuto un rapporto orale protetto da una prostituta di colore.Dopo un paio di giorni mi si e' presentata un bruciore ed un infezione al prepuzio con perdite di pusso.Ho trattato la parte con micostatin e acqua e bicarbonato per circa una settimana.Sempre dopo una settimana guarigione quasi completa(Solo un po di rossore) ho avuto un altro rapporto protetto con una prostituta orale e vaginale sempre insertivo la mia paura e' quella di non aver tolto bene il preservativo e di non essermi pulito bene nelle due circostanze o che il preservativo sia stato riutilizzato.Dopo qualche giorno mi sono accorto di avere la lingua bianca e mi hanno diagnosticato una candita che tutt'oggi mi perseguita insieme a questo disturbo ho un forte bruciore al glande e nel fare minzioni stanchezza decimi di febbre 37-37.1.il medico curante mi ha descritto ciproxin 500 per la seconda volta ma il bruciore nelle parti basse continua.Ho avuto rischi sono sintomi preoccupanti?GRAZIE
I rapporti protetti non sono a rischio.
In caso di rapporti occasionali fare comunque il test ogni tanto, è cosa saggia.
Dei malesseri che accusa, se continuano, riparli col suo medico.
PBQ2014/3396 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 18:46
Buongiorno , in rif al quesito 3383 .. Io non ho ancora capito se facendo la pep lA comparsa di anticorpi può essere ritardata . E ' per questo motivo forse che facendo la pep ti fanno fare il test a 6 settimane dAl rischio? E in questo caso a 6 settimane si sarebbero già formati gli anticorpi ? Potete spiegArmi bene. Grazie a tutti
A 3 mesi il test è definitivo. Comunque. 6 settimane è affidabilissimo.
PBQ2014/3395 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 18:41
Innanzitutto buone feste.Scusate dott.con un test Elisa HIV 1-2 a.c assenti a distanza di 7 mesi da rapp.vaginale nn protetto e sicuro al 100%che nn mi sono infettato di HIV?basta questo esame ho devo fare test con altre metodiche?Grazie è nuovamente buone feste a tutti voi di vivere al sole.
Bastava questo test a 3 mesi, si figuri a 7...
PBQ2014/3394 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 18:40
Buongiorno. Riporto una mia precedente domanda alla quale avete risposto che non vi è alcun rischio perché il virus non contamina gli oggetti:
>>Sono andato a fare un prelievo per dei controlli; siccome sono ossessionato da hiv quando sono entrato ho voluto prima lavarmi le mani nel lavandino dell’ambulatorio. Quando mi sono asciugato la salvietta mi è caduta nel lavandino ed io senza pensarci più di tanto l’ho ripresa e mi sono asciugato le mani. Siccome ho paura che gli altri mi tocchino con le mani nude, l’infermiera mi ha detto di schiacciarmi la vena alcune volte per evidenziarla e così ho fatto dopo di che l’infermiera ha fatto il buco ed eseguito il prelievo. Subito dopo ho realizzato che il lavandino dove si lavano le mani le infermiere, (che non usavano guanti perchè mi hanno detto che perdono sensibilità), poteva essere contaminato di sangue se in precedenza si erano sporcate facendo gli altri prelievi e lì lavate o avessero lavato delle provette che si fossero macchiate durante il prelievo (usano vacutainer) e di conseguenza si era contaminata a sua volta anche la salvietta che aveva assorbito un po’d’acqua sul fondo del lavabo e di lì purtroppo anche le mie dita (che ho visto bene di fregare con insistenza con la carta) e che poi ho usato per palparmi la vena proprio dove poi è stato fatto il buco. Se nella peggiore delle ipotesi invece che pulirmi le mani me le fossi invece sporcate con tracce di sangue passate sulla carta e quindi sulle mani rischio qualcosa per hiv essendomi toccato proprio dove sono stato bucato? Il mio timore è che con le dita da stupido mi sono toccato la pelle del braccio contaminandola in superfice e l’ago facendo il buco abbia trascinato dentro qualcosa>>
Non sono purtroppo riuscito a vincere la paura e dopo un mese esatto ho fatto un test nat hiv1 rna e anticorpi presso il mio centro trasfusionale. Il test è risultato negativo e a vostro giudizio era inutile da farsi perché in un’altra mia richiesta mi avete confermato che così non ci si contagia e non occorre fare test. Ora dopo alcuni giorni di tranquillità ho un indolenzimento all’ascella destra come se si fossero gonfiati i linfonodi a lato della cavità ascellare verso il pettorale. Ad essere sincero non riesco a sentire i linfonodi come corpi isolati ma ho un indurimento di alcuni cm nella parte posteriore del pettorale verso l’ascella e mi sono preoccupato che possano essere i linfonodi gonfi e pertanto un sintomo di sieroconversione. Cosa devo pensare? Devo rifare il test a tre mesi o posso chiudere qui la faccenda che non mi sono infettato??
E secondo lei cosa potremmo dirle in più?
Non ha rischiato nulla, non doveva fare alcun test, ci chiede se deve ripeterlo a tre mesi?!?!
Abbiamo già abbondantemente detto ciò che avevamo da dire....
PBQ2014/3393 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 09:22
Salve dottori,sono un ragazzo di 20 enne,premetto che da un po di tempo vivo con ansie riguardanti sangue e tutto ciò che potrebbe infettare,ieri mente ero con amici,una ragazza che avevo conosciuto da poco,mi ha dato un abbraccio affettuoso,so che è fidanzata quindi mi rinfranca il fatto che era solo un abbraccio di affetto...Dopo questa situazione mi sono sentito male,e titt'ora vivo con ansia e profonda e angosciosa paura che la ragazza mi abbia mischiato malattie come hiv,epatiti...Cosa mi consigliate di fare?sto letteralmente impazzendo.
Sono ansie totalmente infondate e, se la fanno "impazzire", non possiamo certo risolvere il suo problema con due righe on-line.
Un simile paura del semplice e banale contatto con persone nella quotidianità è sintomo di un disagio psicologico complesso per cui l'unico consiglio che possiamo darle è di rivolgersi direttamente ad uno psicologo o da uno psichiatra.

Ripetiamo: abbiamo rispetto per le problematiche psicologiche delle persone, ma questo servizio nasce anche e soprattutto a tutela del diritto delle persone con HIV di non essere considerate "appestate" e di non essere discriminate.
PBQ2014/3392 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 09:15
Ciao in base al quesito 3381,il virus non penetra i vestiti,ma io intendvo in situazione tra amici,familiari,conoscenti,quindi non in situazioni particolari o meglio più lussuriose....invece in situazioni più lussuriose vale lostesso il non rischio?se si perchè!Vi ringrazio tanto ma sono ignorante in materia.
Cosa significa "situazioni più lussuriose"?
Senta, abbiamo risposto già più volte del necessario al suo quesito.
E ci creda, non vogliamo apparire sgarbati, ma le ansie infondate e le paranoie, ci permetta, le sappiamo riconoscere.
Cerchiamo di dare a ciascuno la propria risposta anche quando il quesito è evidentemente frutto di paranoia/ipocondria, ma dobbiamo rispetto anche alle persone con HIV.
Ci mancherebbe altro che il virus penetrasse i vestiti! Nemmeno se ci abbracciasse nudi, ci sarebbe rischio!
PBQ2014/3390 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 09:09
Salve, sono un po' preoccupato perché un mese fa sono stato con una prostituta di colore. Ho indossato il condom sia per il rapporto orale che per quello insertivo vaginale, dopo qualche minuto ho esratto il pene e lei mi ha praticato un massaggio, al fine di ripristinare l'erezione, dopodichè abbiamo ripreso il rapporto vaginale. Verso la fine del rapporto ho avuto un cedimento dell'erezione quindi quando ho uscito il pene (max dopo 5 secondi) ho visto che il preservativo non copriva totalmente il pene. Lei poi mi ha estratto il preservativo ed ha continuato con un massaggio per finire il rapporto. La cosa che mi preoccupa ora è la seguente: il giorno dopo ho notato sull'asta del pene una escoriazione dovuta dal preservativo o da una macchia di psoriasi (dato che ho una forma leggera di psoriasi) vorrei chiedervi se corro qualche rischio se ci fosse stato qualche contatto con i liquidi della donna? Oppure serve un'esposizione prolungata per contrarre il virus? Io ho effettuato il test HIV 4 anni fa ed era negativo, questo è l'unico rapporto preoccupante da allora. Cosa posso aver rischiato? Dovrei preoccuparmi? Grazie per l'attenzione.
Di per sé non sembra ci siano rischi specifici.
Come spesso ricordiamo, non essendo fortunatamente presenti ai "fatti", non possiamo valutare possibile presenza di escoriazioni, eventuali contatti al limite del rischio, ecc.
Il test, che è saggio fare comunque periodicamente in caso di rapporti occasionali, toglie ogni dubbio.
PBQ2014/3389 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 24 dicembre 2014 09:06
Buongiorno, ho letto in diversi siti che in caso di rapporto a rischio con persona certamente sieropositiva il test va ripetuto anche a 6 mesi oltre che a 3. È vero questo? Grazie mille
O vale 3 mesi per tutti, o vale 6 mesi.
Non ha senso distinguere se la persone ha l'HIV o meno, ci sono anche molte persone che hanno l'HIV e non lo sanno (non avendo mai fatto il test).
3 mesi è abbondantemente di sicurezza per tutti.
PBQ2014/3388 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 23 dicembre 2014 22:24
Dottore,ho utilizzato un bagno pubblico,lavando le mani dove all'interno del lavandino solo dopo me ne sono accorto c'era un grosso sputo di muco e ho notato all'interno del sangue,premetto che ho lavato le mani ma non credo di averlo toccato,avevo taglietti sulle mani e un puntino rosso sanguinante.
rischio hiv?
E di conseguenza ho spento l'interruttore che ho ntato presentava una macchia rossa che sicuro era sangue,avendo i taglietti....rischio?
Ansie infondate, non ci si infetta così.
PBQ2014/3387 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 23 dicembre 2014 22:22
Buon giorno a tutti ! Sono segretaria in un laboratorio analisi privato ! Questa mattina sono entrata dalla parte del vero e proprio laboratorio analisi e dopo aver posato la borsa ho poggiato i polpastrelli su un bancone di lavoro e mi sono ritrovata le mani sporche di un liquido appiccicoso giallo! La mia paura nell'immediato e che potesse trattarsi di siero (separato) così dopo essei lavata le mani ho chiesto ai colleghi che mi hanno rassicurata dicendomi che forse si trattava di reagente o, alla peggio, di urina ! Io non amo essere ottimista e temo he quel siero potesse essere, effettivamente, del siero delle analisi del giorno precedente! In tal caso, e se cioè quella macchia fosse stata di siero avrei rischiato per hiv? Specifico che sul palmo della mano presento taglietti procurati il giorno prima con una risma di carta (non sanguinanti ma arrossati( grazie e auguri
Nessun rischio.
PBQ2014/3386 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 23 dicembre 2014 22:21
Buongiorno,
volevo sapere se consigliate test dopo aver praticato sesso orale attivo ad un uomo senza eiaculazione. Non capisco più niente perchè su internet c'è chi parla di rischio zero chi di rischio concreto. Se potete darmi delucidazioni grazie
Al limite si parla di rischio teorico. Noi siamo della prima opinione. Il test toglie ogni dubbio.
PBQ2014/3385 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 23 dicembre 2014 22:19
salve, a circa 48 ore dall'esposizione eventuale, è possibile manifestare già dei sintomi?
grazie!
No.
PBQ2014/3384 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox