Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  lunedì 29 luglio 2013 08.35
Salve,
mi sono sottoposta per la prima volta ad una seduta di manicure.
Ho chiesto all'estetista se poteva utilizzare strumenti nuovi perché avevo paura. Lei ha usato una limetta monouso nuova e poi per togliere le pellicine e alzare quelle alla base dell'unghia ha utilizzato uno strumento non tagliente sigillato in una busta, come dal dentista, rassicurandomi che era sterilizzato.
Purtroppo terminata la seduta di manicure mi sono accorta che sotto lo strumento presentava una piccola macchiolina rossa. Ho cercato di capire cosa potesse essere ma non sono riuscita a capire cosa fosse.
Ora sono spaventata, se lo strumento non fosse stato sterile e la macchiolina fosse stata sangue ?
Non mi ha provocato ferite sanguinanti ma forse alzando le pellicine alla base delle unghie può avermi procurato qualche microferita invisibile ad occhio nudo.
Posso aver rischiato se lo strumento fosse stato sporco?
Grazie del servizio
Riteniamo che l'ansia le stia giocando brutti scherzi e che non abbia rischiato nulla.
PBQ2013/1422 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.17
Salve e'possibile sapere che probabilità ci sono di infezioni in base ad un rapporto non protetto?e soprattutto ho fatto ricerche sul web,apparte il minestrone di risposte molto vaghe del tipo lo 0,3% o alla sicura infezione,sicuramente mi sottoporrò ad esami fino a 1 anno dall'accaduto.
Le probabilità sono, in termini generali, molto basse. Il test basta farlo a 3 mesi.
PBQ2013/1421 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.15
Dottor Arici,materiale presente su indumenti,contente il virus,può essere ancora contagioso trascorsi 2 giorni?
La ringrazio.
ASSOLUTAMENTE NO!!!!
PBQ2013/1420 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.13
Salve staff nel quesito precedente di petting intendevo ho notato macchie bianche all'interno dei miei slip,ovviamente non sui pantaloni......vi ringrazio!
Psicologo, prego.....
PBQ2013/1419 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.12
Salve staff,vi ho scritto in precedenza un quesito,vorrei porvi un altra domanda,ovvero con una ragazza sierosconosciuta al parco abbiamo fatto petting,entrambi con slip e pantaloni io lunghi e lei corti, ci siamo baciati intensamente ,la ragazza era molto bagnata,c'è stata per 2 minuti la simulazioni di una penetrazione ovviamente sempre vestiti....tutto questo e'a rischio?
Poi la ragazza al 90%non si è proprio toccata le parti intime,la mia mano e'arrivata a toccarle poco dopo sotto la pancia quindi non ho raggiunto il suo organo,ora vi chiedo secondo voi e'possibile che il suo liquido potesse passare sui pantaloni miei e arrivare negli slip senza che me ne accorgessi?in effetti tornato a casa ho notato macchie bianca ma al 99% credo sia mio liquido dato che ero molto eccitato....ultima cosa qualora la ragazza in precedenza avesse toccato il suo slip e poi per baci armi mi avesse toccato in faccia,ricordo che ha toccato i capelli rischio sempre hiv??
Comunque farò il test ho deciso,voi lo consigliate o credete non sia a rischio la situazione?
Noi crediamo che, come probabilmente le abbiamo già detto, le sue siano ansie infondate e, se ricorrenti, le consigliamo di parlarne con uno psicologo.
NON CI SI INFETTA IN QUESTI MODI!!!!!!
PBQ2013/1418 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.10
Buonasera,e'rischioso se una ragazza si masturba e poi dopo mi tocca il pene?
Legga risposte a quesiti analoghi recenti.
PBQ2013/1417 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.10
Ciao,vorrei consultarmi con voi per una cosa accadutami,ero al parco con una ragazza di cui non conosco lo stato sierologico,e le ho infilato le mani negli slip scusate la franchezza,e sono arrivato a toccarle la vagina,poi dopo quando siamo andati via,dato che avevo la camicia ho alzato le maniche e in particolare sul braccio sinistro presentavo un brufolo rosso,però non sanguinante,questione di secondo il tutto l ho fatto per 2,3 volte durante la serata....secondo voi rischio hiv???
No, è solo paranoia.
PBQ2013/1416 Staff
Inizio pagina

 

  sabato 27 luglio 2013 12.09
Salve staff,Dottor Arici,le chiedo e'possibile baciarsi profondamente e avere ferite sanguinanti del partner o proprie,senza accorgerai di nulla? O posso avvertire il sapore del sangue? Sapete sono molto preoccupato per quello che mi e'successo.....sicuramente farò il test a tre mesi...
Il suo è un problema di ansia, faccia il test e volti pagina.
PBQ2013/1415 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.55
Ciao,baci profondi con qualche morso leggero ovviamente sulle labbra senza fuoriuscita evidente di sangue a mio avviso,con persona sierosconosciuta d'un possibile rischio di contagio da hiv?
Se non c'è scambio di sangue, no.
PBQ2013/1414 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.51
Salve la risposta PBQ2013/1404 intende lesioni sulle dita mie e quindi che potrebbero sporcar si di eventuale sangue infetto??
Comunque non avevo ferite e micro ferite ne tantomeno sanguinanti...
Allora non ha rischiato nulla.
PBQ2013/1413 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.47
Salve,
Su un sito autorevole italiano ho letto che il virus HIV si inattiva in 5 massimo 10 secondi esposto all'ambiente esterno perdendo capacità di infettare del 95% e concretamente sono solo dati per dire la rapida inattivazione del virus che esposto in ambiente esterno quindi anche meno di 5 secondi si inattiva rendendo la trasmissione pressoché nulla il tutto indipendentemente dalla temperatura dell'ambiente esterno che come sappiamo ad alte temperature (sole, ambienti molto caldi ecc...) inattivano più facilmente e a sua volta muore prima il virus, ma anche a temperature fredde polari comunque l'esposizione ad ambiente esterno inattiva il virus (solo in provetta in congelatori in ambito scientifico sarebbe plausibile quindi, perché anche a basse temperature in ambiente esterno il potenziale liquido infetto di qualsiasi tipo prendiamo esempio il sangue ci mette comunque tempo per congelarsi e di conseguenza il virus ha tempo di inattivarsi).
Seguendo questa corrente di pensiero la puntura accidentale con un ago cavo come spilli o come principalmente una siringa con ago sporco di sangue tanto o poco o con eventuali residui di sangue nell'ago o nella siringa che non permetterebbero l'inattivazione del virus in brevissimi tempi in quanto non ambiente esterno, ma un'inattivazione che avverrebbe sempre in tempi comunque molto brevi, magari non secondi, ma alcuni minuti rendendo sempre il rischio quasi inesistente oppure tagliarsi con oggetti sporchi di sangue esposti ad ambiente esterno che non hanno ago cavo e quindi rischio ancora inferiore ecc..., a meno che lo scambio non è immediato come tossicodipendenti che si passano la siringa in rapida successione (se un tossicodipendente si scambia la siringa aspettando qualche secondo o in caso di residui nell'ago o nella siringa e quindi un maggior tempo di sopravvivenza essendo un ambiente non ancora proprio esterno aspettando qualche minuto non correrebbe rischio), insomma un passaggio immediato per costituire rischio, come nel caso di puntura accidentale immediata durante un prelievo a fonte HIV in ambito occupazionale, siete concordi sul fatto che se ci si punge o ci si taglia con oggetti sporchi di sangue poco o tanto (a meno che di passaggio immediato e in quel caso con persone infette affianco o comunque facilmente riconducibili nel momento dell'atto) e a sua volta il rischio sarebbe anche in base alla tipologia del taglio che ci si procura ovviamente taglietti nessun rischio, taglio profondo rischio, ago cavo rischio in quanto profondo e iniettivo, insomma molteplici variabili, ma comunque per farla breve senza passaggio immediato secondi o alcuni minuti il rischio si puo' affermare che non esiste?
Il virus sopravvive poco, questo è certo.
In linea di massima si può condividere quanto scrive.
Dopo di che, se ci si punge, è prassi comunque fare il test.
PBQ2013/1412 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.43
Salve staff,la domanda PBQ2013/1397 Le ferite devono essere entrambe sanguinanti????
Si, ovviamente.
PBQ2013/1411 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.42
la richiesta precedente era in base al quesito 1394 e non 1354..grazie e scusi l'errore
Idem, avevamo capito a cosa si riferiva.
PBQ2013/1410 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.41
Scrivo in merito al quesito 1354 sono passati circa 6 anni dall'evento a rischio e da allora ho rapporti solo con il mio partner ( di cui conosco lo stato sieronegativo)...quindi posso chiudere la faccenda?
Si.
PBQ2013/1408 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.41
Buongiorno gentile staff. Mi sono trovata in una situazione alquanto incresciosa. Cono sco da tempo un ragazzo ma tra di nooi non c'è mai stato nulla. In un periodo un po' particolare però ci siamo avvicinati, so che lui ha avuto molte relazioni. una sera ci siamo baciati ma lui voleva andare oltre. io no quindi mi sono fortemente ribellata. nella concitazione però è riuscito ad abbassarmi gli slip quindi un contatto pene vagina c'è stato ma assolutamente senza penetrazione. Sono riuscita a rialzarmi le mutandine e lui simulando l'atto sessuale ha eiaculato tra le mie gambe.
Creedete che questo evento sia a rischio hiv? da premettere che ha da poco avuto un figlio quindi presumo che la moglie abbia effettuato tutti gli esami previsti in gravidanza compreso l'hiv.
Altra domanda. io ora sono incinta del mio compagno e ho fatto anche io un test dell'hiv a inizio gravidanza ed è risultato negativo.
I laboratori analisi eseguono scrupolosamente questi test anche quando trattasi di gravidanza o lo fanno con superficialità ritenendo che sia solo routine. Nel senso secondo voi hanno un comportamento diverso a seconda che si tratti di un test che ne so effettuato singolarmente piuttosto che un test effettuato tra i tanti altri previsti in gravidanza? scusatemi ma il mio pentirmi per l'accaduto mi porta a pensare di tutto.
Spero possiate rispondermi
Il test fatto toglie ogni dubbio e, ovviamente, i test sono affidabili sempre.
Non esiste che si effettuino test con maggiore o minor scrupolo....
PBQ2013/1407 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.37
Egregio dottore,disponibile staff
E'possibile che dopo che ho baciato una ragazza sul collo dove presentava uno sfogo di acne,e dopo aver ricevuto baci e effusioni quindi appoggiò di labbra con piccola ferita non sanguinante su uno sfogo di acne mio che avevo sul petto,mi sia beccato l'hiv?
Riteniamo di no. Il rischio di trasmissione ematica c'è solo in caso di scambio sangue altrui ferita propria aperta e sanguinante.
PBQ2013/1406 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.32
Buonasera se lavo slip in lavatrice sporchi di materiale organico potenzialmente infetto che non mi appartiene e dopo lavati e asciugati li indosso c'è un potenziale rischio??
Ma le sembra possibile??? Assolutamente no, senza ombra di dubbio....
PBQ2013/1405 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 16.30
Ciao,ho una domanda da farvi,ho toccato una lividura presente sulla gamba di una persona sierosconosciuta era molto viola...ma non sanguinante credete sia a rischio? e poi volevo sapere inserire dita nell'ano di persona sierosconosciuta e'in rischio??

No alla prima domanda, rispetto alla seconda se non ci sono lesioni sanguinanti a contatto con eventuali tracce di sangue, di per se, no.
PBQ2013/1404 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 12.25
Salve ho letto proprio poco fa che entro 3-4 anni c sarà un vaccino per guarire totalmente dal hiv e vero ? Per quanto riguarda invece un vaccino preventivo tipo epatite b a che punto e la ricerca?
Non sappiamo dirle....le sperimentazioni in atto sono ancora in fasi poco avanzate.
PBQ2013/1403 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 26 luglio 2013 12.24
Gentili Dottori,

Ho avuto un rapporto sessuale protetto con preservativo ,rimasto integro fino alla fine, con una mia amica di cui non conosco lo stato sierologico; prima di questo e prima di indossare il preservativo ,c'è stato uno strusciamento di pochi secondi tra il mio pene contro il suo ano , la sua vagina e sulla sua zona perianale e inguinale. Il tutto senza che vi fosse penetrazione. È da considerare una pratica a rischio nel caso secrezioni vaginali siano venute in contatto col glande,o anche il semplice contatto tra le mucose nelle modalità descritte?

Grazie
Cordiali saluti
Questione annosa e ricorrente....si rilegga quesiti analoghi recentissimi.....
PBQ2013/1402 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox