Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  martedì 12 agosto 2014 00.29
Nei preliminari con una donna che era messa in posizione pecorina, lei si muoveva cercando di eccitarmi e io con il pene sfregavo tra le sue natiche e la sua vagina, a un certo momento mi sono accorto di avere il glande e l'asta del pene con del sangue, sia il glande che l'asta si erano imbrattati di tanto sangue che proveniva o da ragadi anali della donna o del ciclo mestruale, nessun rapporto poi c'è stato, ma non avevo fazzoletti e il luogo dove eravamo cioè in macchina neanche lavato e sono rimasto con questo sangue addosso per ore.
C'è rischio che ho preso HIV?
Non possiamonsrabilire noi la dinamica esatta della situazione che descrive. Faccia il test, così si toglie ogni dubbio.
PBQ2014/1830 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 12 agosto 2014 00.28
Risposta 2014/1819, per voi i rapporti orali praticati ovvero attivi non sono rischiosi a contatto con sperma per altri si, per coloro che li reputano rischiosi intendono solo la bocca o anche la lingua perché un ragazzo che ho solo masturbato mi ha chiesto se poteva venirmi in bocca e io ho detto di no e gli ho concesso solo che poteva eiaculare sulla mia lingua ed ero con la lingua di fuori e e lo sperma mi e' arrivato sulla lingua e poi ho sputato, so che le mucose sono permeabili, ma la lingua e' mucosa o lo è solo la bocca al suo interno, quindi guancia interna, labbra interne, gengive, palato ecc... Per logica pensavo anche la lingua?
Francamente questa ci è nuova....le opinioni le conosce, il test toglie ogni dubbio.
PBQ2014/1829 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 23.51
In riferimento al quesito 1821 con un test negativo a tre mesi ma con il sospetto (quasi certezza ) di aver avuto un rapporto con sieropositiva voi che consigliate? Ripetere test a sei mesi? Grazie
Nel quesito che lei cita è espressa chiaramente la nostra opinione. Il test a 6 mesi darebbe lo stesso risultato.
PBQ2014/1828 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.36
gentile staff grazie della risposta al quesito 2014/133, adesso sono più sereno, volevo solo chiedervi un ultima cosa visto le vostre risposte alle tantissime domande sul sesso orale dell uomo alla donna per capirci il Cunnilingus che ce solo un rischio teorico volevo sapere se allora l unico modo con un rapporto sessuale tra un uomo e la donne il vero rischio di contagio e solo il sesso penetrativo vaginale ho anale che sia non protetto?? grazie
Riteniamo di si. Escludento contatti tra sangue e ferite.
PBQ2014/1827 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.35
domatiina ritiro il mio 5 test dopo un anno e mezzo dall ' ultimo rapporti vaginale a riscio; ovvero rapporto con prostituta e rottura del profilattico.
vi chiedo visto la mia ansia e paure varie..se posso stare tranquillo se esiston sieronversioni dop 18 mesi;mi chiedo anche ...se ceran tracce di hiv...sarebbero state rilevate prima???
sono preoccupato......e in ansia
Non ce n'è ragione. Bastano 3 mesi per un test definitivo.
PBQ2014/1826 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.34
Mentre parlavo con una mia amica,ho notato che si grattava come una matta le gambe,a causa delle punture delle zanzare,ad un certo punto nel grattarsi gli è uscito il sangue e si e sporcata il dito con quest'ultimo.
Ora lei ha continuato a parlare con me senza lavarsi le mani alla fine gesticolando con sangue penso secco sul dito mi ha sfiorato il braccio.
Ora devo preoccuparmi e fare il test?
Non conosco lo stato siero logico di questa mia amica.
Non deve fare il test, non ha corso rischi.
PBQ2014/1825 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.33
Buongiorno e grazie in anticipo per il servzio svolto.
Ho ricevuto un massaggio presso uno studio privato. Un normale massaggio estetico e chiarisco che non e' stato un massaggio erotico e nessun atto in tal senso si è svolto durante il trattamento. Il trattamento è stato effettuato esclusivamente utulizzando le mani su schiena, braccia, collo, , pancia e gambe.
Personalmente ho indossato gli slip per tutta la durata del massaggio stesso. L'operatrice che però ha eseguito il massaggio indossava praticamente esclusivamente una tshirt e mutandine tipo coulotte. La cosa che mi ha lasciato spaventato e colpito al termine del massaggio è stato accorgermi in maniera del tutto fortuita che l'operatrice indossava inequivocabilmente anche un assorbente igienico. Specificando che la cute del mio corpo non presentava ferite aperte, se non qualche brufolino rotto, vi è possibilità di contrarre il virus HIV, ad esempio quando l'operatrice si appoggiava al lettino massaggi? Per concludere al termine del massaggio e quando mi sono accorto di quanto sopra, ho guardato il lettino e non ho visto tracce.
Vi ringrazio e mi scuso in anticipo se il quesito può sembrare banale.
I più cordiali saluti.
Ansia infondata.
PBQ2014/1824 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.32
In riferimento ai miei quesiti 1803e1809 ho realizzato che il tempo trascorso tra un prelievo e l'altro era non inferiore ai cinque minuti ma non superiore ai dieci. Valvono le stesse indicazioni oppure il tempo intercorso non è più sufficiente a rendere il virus innocuo. Devo preoccuparmi o posso ritenere la situazione ancora non a rischio. Grazie. Non vi disturberò più
Ansia infondata, non ha rischiato nulla, sta diventando una paranoia...
PBQ2014/1823 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.31
Lo scambio di sangue evidente come ad esempio toccare del sangue fresco e sporcarsi le mani in modo che il sangue lo si vede sulle dita e poi dopo circa una trentina di secondi toccarsi gli occhi anche se contatto indiretto e anche se è passato un periodo superiore ai 5-10 secondi in modo che il contatto non sia più immediato ( si legge sempre che deve essere immediato ed evidente lo scambio ematico), ma questo e' vero oppure dipende anche dalla quantità e dal tipo di liquido biologico ( in questo caso il sangue cioè il piu' infettivo di sperma, secrezioni vaginali, latte materno, liquido pre spermatico), cioè il sangue rispetto agli altri sopracitati di liquidi biologici fa eccezione e un contatto indiretto anche se non immediato quando e' con una quantità visibile (quindi non parlo di micro gocce poco visibili a occhio nudo) e anche se non è immediato E' A RISCHIO appunto essendo il sangue più infettivo, mentre per gli altri liquidi biologici anche se sono in quantità abbondanti e a un contatto indiretto superiore ai 5-10 secondi quindi non immediato non sarebbero mai a rischio, ma REALMENTE anche se il contatto indiretto e' immediato quindi meno di 5-10 secondi con tutti gli altri liquidi biologici il rischio NON ESISTE in quanto in ambiente esterno il virus perde il 95% della sua carica virale RENDENDO I CONTATTI INDIRETTI con questi liquidi biologici sempre sicuri. Può quindi essere solo IL SANGUE l'unica eccezione come ho già scritto nei contatti indiretti?
Quesiti come questo, ci "disorientano" e ci chiediamo a che pro vengano posti e cosa ci sia dietro. Se c'è un'ansia frequente e ricorrente, se ci sonomoaure irrazionali, fobie, paranoie, ecc. è il caso di parlarne con uno psicologo. Se del sangue entra nell'occhio e va a contatto con la congiuntiva, c'è un rischio teorico e va fatto il test. Vale sia per uno "schizzo" diretto che per un contatto attraverso oggetti o altro. Ma si tratta di avvenimenti particolari e rari. Non capita nella vita di tutti i giorni, maneggiando oggetti, toccando posate, maniglie, ecc.
PBQ2014/1822 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 21.26
Volevo sapere se ci sono situazioni nelle quali è necessario ripetere il test oltre tre mesi tipo persistenza di sintomi che posso no far pensare ad hiv, contatto con persona sicuramente sieropositiva ecc.. grazie
Alcuni medici consigliano il test anche a 6 mesi nel caso di rapporto a rischio con persona sicuramente sieropositiva, ma riteniamo non abbia senso. O vale sempre o non vale.
La questione dei sintomi l'abbiamo discussa infinite volte: non esistono sintomi specifici, non sono utilizzabili a fini diagnostici, conta solo il test che, a 3 mesi, è ufficialmente definitivo.
PBQ2014/1821 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 09.39
Da che cosa è generato il virus?
Come è nato l'HIV?
Come si è capito che esisteva questo virus?
Quando si è scoperto?
Come si e scoperto?
Si arriverà mai a una cura?
Caro amico, non possiamo fare un trattato in risposta ad un singolo quesito. Anche perché, almeno in parte, basta leggere le pagine informative contenute in questo sito. O approfondire in qualsiasi altro sito informativo con un minimo di affidabilità (Wikipedia compreso, in questo caso). Il virus diventa visibile dagli anni 80, lo si scopre ufficialmente all'inizio di quel decennio anche se sicuramente era presente da più tempo. Le cure attuali sono efficacissime nel blocfare l'azione del virus ma non sono ancora in grado di eradicarlo.
PBQ2014/1820 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 09.34
La lingua sia in superficie che sul dorso e' una mucosa?
La lingua non è recettiva, non ci si infetta attraverso di essa.
PBQ2014/1819 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 10 agosto 2014 09.33
Gentile staff..eventuali sintomi da sieroconversione dopo un contatto a rischi0
entro quante settimane al massimo si manifestano(se presenti)
grazie dell'aventuale risposta

Pochissime, ma non fanno testo. Troppo generici ed aspecifici. Durano poco e non servono ai fini diagnostici. Conta solo il test, ovviamente in caso di rapporto a rischio.
PBQ2014/1818 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.32
Ciao ma il bacio cosiddetto a Timbro ovvero sfiorare labbra e labbra per millesimi di secondi è rischio hiv?
Il bacio, anche profondo, non è a rischio.
PBQ2014/1817 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.31
PBQ2014/1801 carissimo staff. Sono ancora io. Penso che dopo tutto questo tempo i risultati delle mia analisi siano già in posta e ormai è solo questione di aprire la busta vero? Penso che dopo 7 giorni mi avrebbero chiamato giusto?
Non aggiungiamo altro......tutto quello che potevamo dire l'abbiamo detto.
PBQ2014/1816 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.28
Gentilissimo staff, oggi mi trovavo a fare un percorso in un parco naturale, scendendo dalla macchina mi sono punta con un rovo con piccolissima fuoriuscita di sangue! Nel mentre un'auto stava allontanandosi dalla piazzola dove il fatto e avvenuto per cui posso supporre che 1 secondo prima qualcuno, come me, si sia punto! Ho rischiato per hiv !? Potete spiegarmi bene grazie
Francamente, supposizione un tantino assurda, non le pare? Non ci riscriva dicendo, mettiamo che sia successo davvero.....non ci si infetta così.
PBQ2014/1815 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.25
Dottore ma i graffi sono una porta accessibile per virus hiv?
Nel mio caso un graffio di circa 1 cm e mezzo senza apertura della pelle ma solo rossore può essere una porta per virus?
No.
PBQ2014/1814 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.17
Ciao staff,ero vicino ad una persona anziana che mentre camminava mi ha detto che si è ritrovato il dito sporco di sangue,dicendomi in seguito che non fosse il suo...
Vi spiego meglio,essendo un O.S.S assistendo un anziano mentre portavo delle buste della spesa mi ha fatto notare il suo dito con del sangue,poi ha sciacquato con acqua e amichina mentre io nel frattempo gli cercavo di aprire una bottiglia di alcool etilico per disinfettare,ora sono molto preoccupato perché poche ore prima mi ero graffiato sulla mano ma non c'è stata uscita di sangue era solo una linea rossa che ho anche ora sulla mano di circa 3-4 cm.
Ora non sapendo questo sangue di chi è mi preoccupo e anche tanto.
Credo di non essere entrato a contatto anche perché non l'ho toccato neanche la mano ero a distanza.
Cosa devo fare aiutatemi!
Uno che fa un mestiere come il suo, non dovrebbe avere queste paure e dovrebbe sapere cosa è a rischio e cosa no. Veda risposta a quesito precedente.
PBQ2014/1813 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.16
Se accidentalmente si tocca del sangue o tracce di sangue, su una maniglia, un corrimano, sul tram, in treno, ecc e non ce ne se accorgesse e poi dopo qualche minuto si portasse incautamente le mani a contatto con gli occhi o la bocca esiste il rischio di contrarre hiv o hcv? Purtroppo scendendo da un mezzo pubblico mi sono trovato il dito indice della mano sx con del sangue (una strisciata) non mio e prima di accorgermene mi sono grattato gli occhi (cosa che faccio spesso perché allergico) e ho poi portato le mani alla bocca per fumare (quando me ne sono accorto). Mi hanno detto che hiv muore praticamente subito e con i contatti indiretti non ci si infetta ma vorrei un chiarimento da dei dottori qualificati come voi. Sono un po’ preoccupato dell’accaduto
Le consigliamo di rileggere l'ultima decina di risposte a quesiti molto simili e tutti caratterizzati dalla paura che il sangue che finisce accidentalmente su oggetti, suppellettili o cose simili, possa contagiare altri in modo indiretto e per contatti casuali o accidentali. NON CI SI INFETTA COSÌ, NON CI SONO CASI, NON CI SONO ELEMENTI DI RISCHIO, INSOMMA, NON ESISTE QUESTO TIPO DI RISCHIO. Il virus dell'hiv è debole, non sopravvive nell'ambiente esterno. Il rischio ematico è legato solo a scambi di sangue immediati, evidenti e, prevalentemente, tramite siringa, ago o oggetto tagliente.
PBQ2014/1812 Staff
Inizio pagina

 

  venerdì 8 agosto 2014 22.09
In un bagno pubblico mi è successo che urinando alcuni schizzi di acqua siano rimbalzati dal fondo della tazza e mi abbiano colpito il glande e il prepuzio (purtroppo ero fuori sede e ho potuto lavarmi solo dopo molte ore); quando sono entrato il bagno aveva l’acqua tirata tuttavia essendo io molto ansioso vi chiedo se esiste qualche rischio di contrarre hiv o epatite in contatti del genere ipotizzando che in precedenza fosse stato usato da qualcuno con qualche perdita di sangue e che quest’ultimo fosse in qualche modo rimasto diluito nell’acqua pur essendo stato tirato lo sciacquone. Chiedo inoltre se e quanto può sopravvivere hiv nell’acqua.
Chiedo scusa se la richiesta può apparire idiota ma sto attraversando un brutto periodo e vedo rischi di contagio hiv ovunque
Se vede rischi di contagio ovunque, ha un problema di natura psicologica e le consigliamo di rivolgersi ad uno psicologo. Non ci si può infettare in modi del genere.
PBQ2014/1811 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox