Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  martedì 6 maggio 2014 22.26
Pensate voi come sono! Dovevo fare il test stamattina... Quello che speravo sia l ultimo ne ho uno a 65 giorni ho visto l ambulatorio privato e per paura me ne sono andata! Ho paura che cambi pensate sia possibile?
No!!!!!!!!!!!
PBQ2014/1168 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 22.25
Gentili staff ho trovato, su un sito come il vostro, queste conversazioni

questo disse un utente:

I am recently diagnosed and I took 7 months to seroconvert, I was negative on Elisa and undetectable VL at 400 copies at 2,3,4,5,and 6 months after infection. Finally in the seventh month after exposure I seroconverted. My t-cell counts were 1060 at two months, 960 at 3 months 610 at 4 months and rebounded to 880 at 6 and 1/2 months. I had lymphadenopathy since the beginning and now it is extended to every lymph node in my body.
I will soon have a t-cell count and VL to determine treatment options. Various
questions:

- Why did I take so long to seroconvert?

e la risposta del dottore:


Of course, your story is now going to send everyone who had a possible exposure and just got their negative 6-month follow up test back into a panic. I almost did not answer your question for that reason. You might be what what statisticians call "a statistical outlier." Late seroconversion happens, but it is a very rare event.

un altro utente dice:

I am the person who converted at 13 months and recently asked you whether
treatment after seroconversion would be considered "early treatment" in my case. You did not answer because you are concerned that the "worried well" will start testing up to 12 months. However, mine was a very unique case in that I always had PGL, visible rashes, and great malaise

e la risposta del dottore fu:

I have never said that it is not possible to seroconvert after six months; I have simply said that it is a very rare occurrence. If what you say is true and you're certain about your date of infection, then you're one of those rare people who took longer than six months to seroconvert


Trovo inprobabile che si tratti di episodi non veri, dato che si tratta di un sito di consulti. Possibile che erano tutte persone con gravi problemi di slaute gia prima del contagio? Come si può, a questo punto, essere certi dopo 90 giorni? O addirittura estremamente tranquilli dopo 45?
Per favore, dateci il vostro parere...
Cosa vuole che diciamo, o cosa volete che diciamo visto che parla al plurale?
La nostra opinione è nota.
In internet si può scrivere di tutto e trovare di tutto, anche chi nega l'esistenza del virus dell'HIV.
Per noi, contano i dati di esperienza e la letteratura scientifica.
Cerchiamo di tranquillizzare laddove c'è eccessiva ansia e di responsabilizzare rispetto ai comportamenti a rischio e al test, laddove ci sembra necessario.

Riteniamo che la ricerca insistente e continuativa di informazioni e notizie, il dedicare molto tempo a tale ricerca, il continuare a procurarsi ansia su questi temi, sia indice di una stato di "disagio" a livello psicologico che andrebbe affrontato in modo più appropriato consultando uno psicologo.

Credete che abbiamo qualche strano interesse a tranquillizzare le persone e nascondere una tremenda verità per chissà quali fini?

Post come questo generano successive e ulteriori ondate di ansie, di quesiti e di paure....francamente cominciamo a pensare che sia utile cambiare la politica di gestione di questo servizio.....

Pubblichiamo tutto ciò che è pubblicabile, cerchiamo di rispondere in modo personalizzato a tutti, tentiamo di dare un taglio alle ansie.....ma, evidentemente, con sempre minor successo, visto che aumentano i quesiti di questa natura (spesso ripetuti all'infinito da singoli utenti) e sono sempre più rari quelli più equilibrati e fondati.
PBQ2014/1167 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 22.12
volevo sapere una cosa il test hiv fatto con la saliva (mi hanno detto che è in vendita nelle farmacie) funziona o è una leggenta metropolitana ? grazie
E' affidabile ma non ci risulta sia in vendita nelle farmacie italiane.
PBQ2014/1166 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 22.11
I condilomi possono allungare il periodo finestra?
No.
PBQ2014/1165 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 22.11
Gentili dottori domani andro a fare l ultimo test ne ho uno a 40 solo anticorpi voi dite che avrò sorprese?
Riteniamo di no.
PBQ2014/1164 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 22.10
dottori
come mai nei fogli illustrativi dei kit dei test elisa compare la seguente affermazione:

"AD OGGI NON ESISTE UNO STANDARD RINONOSCIUTO PER STABILIRE LA PRESENZA O L'ASSENZA DI ANTICORPI HIV NEL SANGUE UMANO".

sapete perche ce questa scritta???
Lo chieda a chi la scritta.
PBQ2014/1163 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 19.38
Gentili dottori fumare marijuana e hashis e bere alchol può influire sul periodo finestra?
No.
PBQ2014/1162 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 10.59
salve staff
volevo fare una osservazione sul periodo finestra. ormai qusi tutti dicono che i test specie quarta generazione sono praticamente definitivi a 1 mese.
io sono di milano e quando feci un test al cave dopo 37 giorni mi dissere che non era piu necessario ripeterlo perche i loro reagenti erano sicuri gia 30 giorni perche con ricerca di antigene p24.
Allora le chiesi: ma scusi che io sappia l'antigene non è ricercata per hiv2... e la dottoressa di turno mi liquido con una risatina dicendomi che hiv2 esiste solo in africa.... bha!!!
e mica sapeva con chi avevo avuto io il rapporto!!!

Ad ogni modo, io feci altri test comuqnue e quando feci il test al Sacco dopo 100 giorni circa mi dissero che potevo stare tranquillo ma che per sicurezza loro consigliano di ripetrelo a 6 mesi. chiesi come mai in quanto sapevo delle linee guide a 90 giorni e al cave mi dissero che a 37 giorni era definitvo. Il dottore mi disse che non gli interessava cosa dicevano al cave e che loro negli anni hanno avuto sieroconversioni anche a 4/5 mesi.
allorche pensai di aver trovato il medico un po terrorista e dopo qualche giorno telefonai e anche una dottoressa mi disse di ripetrelo a 6 mesi.
ora voglio dire, il sacco è un ospedale importante con un rinomato reparto di malattie infettive e sono dottori non certo incopetenti mi auguro.

ma io mi chiedo, a chi bisogna credere?
2 ospedali della stessa citta... ma perche tutto questo?
se un dottore del sacco va a lavorare al cave cosa farà? cambierà opinione?

io continuo ad essere allibito, se una persona non ha preso HIV rischia davvero un crollo psico-fisico per lo stress subito.
La nostra posizione è chiara ed è in sintonia con le linee guida. Permane, qua e la, l'indicazione dei 6 mesi in caso di rapporto con persona sicuramente sieropositiva. Come abbiamo detto altre volte, ci pare che questa opzione sia illogica. Sieroconversioni dopo 4 o 5 mesi, non ci risultano, ma non può chieder conto a noi.
Crolli psicofisici su queste vicende non possono certo dipendere solo da queste diversità di approccio/opinione. Solitamente sono collegati a stati di ansia precedenti e costitutivi di alcune persone.
PBQ2014/1161 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 10.51
Quindi per esempio test a un mese e a due mesi o più si può chiudere!
Veda risposta a quesito 1156
PBQ2014/1160 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 09.35
E' più probabile in un singolo rapporto rimanere incinta prendendo la pillola anticoncezionale o con un rapporto scoperto con persona s+ infettarsi?
Il senso della domanda? Un rapporto non protetto con profilattico è a rischio hiv. La pillola non protegge da hiv. La pillola come anticoncezionale può fallire se assunta irregolarmente, il profilattico deve essere usato in modo corretto.
PBQ2014/1159 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 09.26
Gentile staff quindi non cambia realmente niente se sono 70 o 90!
La sostanza non cambia. Formalmente si. Ripetere mille volte lo stesso quesito non cambierà la nostra risposta che ci sembra sufficientemente chiara.
PBQ2014/1156 Staff
Inizio pagina

 

  martedì 6 maggio 2014 09.22
Secondo alcuni studi il liquido rettale secreto dall'intestino per lubrificare la parte e far defecare con meno sforzo contiene un'alta concentrazione di virus HIV, vi risulta che esista questo liquido e viene sempre prodotto?
Ci permetta di dire che riteniamo queste "elucubrazioni" poco utili oltre che poco fondate. La questione è che i rapporti anali non protetti sono particolarmente a rischio.
PBQ2014/1155 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.37
In un rapporto con una donna orale su di lei mi sembra si dice cunnilingus sono venuto a contatto con tanto sangue e l'ho anche sicuramente ingerito (le era venuto il ciclo o comunque perdeva sangue nella zona vaginale forse per un taglio causato dalle unghie lunghe che aveva), fatto e' che c'era sangue che ho preso in bocca e ingerito. La mia bocca non ha ferite, gengiviti, nulla, sono certo su questo. Il fatto che ho ingerito tanto sangue (ne sono sicuro e certo che la mia bocca era senza gengiviti, nessuna ferita ecc...), ma non so se nella faringe o stomaco uno può avere ferite e se ci fossero eventuali ferite nella faringe o stomaco il rischio per HIV cambia, o sono solo le ferite in bocca nel mio caso (che non avevo in bocca, sicuro ripeto bocca sana)?
Se ha ingerito "tanto sangue" faccia il test. Non possiamo certo valutare noi se avesse o meno e dove ferite.
PBQ2014/1154 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.35
Il dottor Arici nel 2005 già nel 2005 diceva che non cambia niente se si fa a 70-90 giorni! E che un test a un mese per puro scrupolo andava confermato a 2 3 mesi e mettersi definitivamente il cuore in pace nel 2005! Sono passati 9 anni!! Allora scusate basta realmente meno di tre mesi?!
Scusi, ma quale è il suo problema? Ribadiamo questa concetto da tempo, quindi?
PBQ2014/1153 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.33
Gentili amici,
recentemente ho partecipato ad una camminata (la Strabergamo) dove ho ricevuto un opuscolo dell'AVIS.
Nell'opuscolo si parla di AIDS, senza peraltro distinzione tra concetti come malattia, sieropositività, ecc., e si dice che il "periodo finestra varia dagli 8 ai 15 giorni a seconda della metodica utilizzata".
Io ricordo di aver sentito parlare di un periodo decisamente più lungo fino a 6 mesi.
La domanda che vorrei porre al medico è la seguente: cos'è esattamente il periodo finestra e quanto dura? In altri termini se una persona teme di essersi infettata oggi, quando deve fare il test per l'HIV? Deve ripeterlo a distanza di quanto tempo? Un ultimo dubbio il sangue donato è veramente sicuro?
L'informazione che le hanno dato è corretta. Tra il momento in cui una persona si infetta e il momento in cui il test risulterà positivo (questo è il periodo finestra) passano 8-15 giorni. Il test effettuato a un mese dal momento del possibile contagio è quindi in grado di identificare con sicurezza chi si è infettato e chi no. Per prassi, nata quando si temeva che il periodo finestra potesse essere molto più lungo, si consiglia di ripetere il test a 3 e a 6 mesi ma più per ragioni di scrupolo che per ragioni che nascono dall'evidenza scientifica.
Sul sangue sicuro non ci sono dubbi.
PBQ2002/6 Dott. Claudio Arici


Gia nel 2002 il dottor arici rispondeva così allora il test a 1 mese è realmente affidabilissimo ed estremamente rassicurante!
Confermiamo.
PBQ2014/1152 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.32
salve staff.
a prescindere dal periodo finestra, ma come si fa ad essere certi che qualunque persona sviluppa gli anticorpi hiv quando viene contagiato?
non è possibile che qualcuno non sviluppi gli anticorpi?
per essere una malattia cosi contagiosa penso che bisogne essere non sicuri, ma ultrasicuri.
grazie
Cosa vuole che le diciamo? C'è anche chi nega l'esistenza del virus...
PBQ2014/1151 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.29
Salve gentile staff,
oggi ho effettuato il prelievo per il test (solo anticorpi) dopo 87 giorni dal rappo rto a rischio che spero possa essere conclusivo.
In precedenza ho già effettuato un test a 41gg (solo anticorpi) ed uno a 67gg (solo anticorpi) risultati negativi. So che ci sono i presupposti per essere sereni, ma da due settimane ho perenne fastidio alla gola e perenni sensazioni di calore al volto...Vorrei avere il vostro parere.
Stia sereno, non ha l'hiv.
PBQ2014/1150 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.22
Gentilissimo staff vi ricordate di me? sono il martittimo ora mi trovo in Brasile e sono a 350 miglia da rio de Janeiro... Fino a ora tutto bene... Ma tre giorni afa mi e venuta la febbre... E tornerò in Italia verso fine agosto... Il mio amico dermatologo mi aveva detto di chiudere a due mesi e mezzo! E voi avete detto segua il consiglio... Anche se non erano tre mesi. Ma ora non sto benissimo sono relativamente tranquillo voi dite che posso esserlo al 100% ? Se quello stronzo del mio amico non ha imbucato la cartolina al mio ritorno lo insaccò grazie mille staff saluti da Rio!
Stia sereno.
PBQ2014/1149 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.22
buogiorno
dopo rapporto sessuale completo (con anche rapporto anale) non protetto con persona siero sconosciuta ho presentato tantissimi sintomi e malori e ancora oggi. Il rapporto è stato con una donna di colore, non so esattamente di quale stato, ma comunque africana.
ho fatto tanti test (8 test), il primo dopo 40 giorni e ultimo dopo 148 giorni, tutti negativi e di quarta generazione e in posti diversi.
ho paura, visto i malesseri avuti e persistenti, di poter contagiare la mia attuale compagna.... sono davvero terrorizzato.
non riesco piu a stare bene e darmi pace.
secondo voi posso davvero essere strasicuro al 100% di non avere hiv?
devo fare altri controlli?
Dopo 3 mesi il test è definitivo.
PBQ2014/1148 Staff
Inizio pagina

 

  lunedì 5 maggio 2014 23.20
buongiorno gentilissimi dottori,circa un anno e tre mesi fa ho avuto un rapporto con una prostituta,ovviamente protetto.
alla fine del rapporto mi sono accorto che il profilattico era rotto.
oggi ho ritirato l'ennesimo test(il sesto in 15 mesi) anch' esso negativo.
posso stare tranquillo o ho contratto il virus???
a distanza di tempo vengono rilevati gli anticorpi dal virus??
posso dire di non avere l'hiv???
sono in paranoia e panico totale.
grazie
Paranoia e paure del tutto infondate. L'ennesimo e inutile test lo conferma.
PBQ2014/1147 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox