Home Page Vivere al Sole Red Ribbon
Chi siamo
News
Bambini
Chiedi? Rispondo!
HIV - AIDS
Concorsi
Link
Bibliografia
Legislazione
Comunità Emmaus
Il progetto
"Vivere al Sole"
è cofinanziato da

Consiglio dei Sindaci Bergamo

Fondazione Della Comunità Bergamasca Onlus
Dal 1 Maggio 2005

Chiedi? Rispondo!
Richieste pubbliche
Team HIV - AIDS

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  giovedì 19 giugno 2014 20.51
Buona sera . Grazie del servizio che offrite , volevo chiedervi se un test hiv a 82 giorni tipologia del test 1/2 ab e huv 1 rna si può considerare definitivo? Ho bisogna fare un ulteriore test dopo i 90 giorni ? Grazie anticipatamente .
Formalmente servono 3 mesi, sostanzialmente non cambierà.
PBQ2014/1503 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 20.50
Salve, sono molto spaventata. Ieri mattina andando in ufficion sento sotto la scarpa qualche cosa che rotola: penso sia un sassolino e proseguo. Premetto che nonostante stessi parlando con una amica guardavo x terra e non ho visto nulla. Arrivo a lavoro e tant'e' mi gurdo il tallone e vedo all'interno del calzino corto una striscia marroncina di circa 1cm e penso che puo' essere una macchia di sangue. Ora non voglio sembrare pazza ma e' possibile che la cosa che ho sentito sottola scarpa fosse un ago di siringa che possa aver fatto "lippa" col mio piede e sia saltato su pungendomi all'altezza della caviglia?(la scarpa da tennis arrivava giusto li)..la macchia era all'interno della calza presa dal cassetto la mattina stessa.che devo fare? Il test? Ribadisco che non ho sentito pungere e che avevi i pantaloni lunghi che pero' potevano essere sopra la scarpa di qche millimetro essendo appena scesa dal treno dove ero seduta con la gamba accavallata. Potete darmi un consiglio? Grazie
Ansia decisamente infondata. Se ci si punge con una siringa ci si accorge.
PBQ2014/1502 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 20.49
Quando si parla del virus HIV (che poi può causare la malattia conclamata AIDS) si parla di probabilità di contagio oppure il contagio e' certo, vale a dire a secondo del tipo di esposizione, del numero di esposizioni cioè più esposizioni aumenta il rischio, alla durata dell'esposizione, alla quantità di liquidi biologici a cui ci si espone ovviamente maggiore quantità aumenta il rischio, per esempio nel caso di trasfusione di sangue infetto il contagio e' certo oppure si parla sempre di probabilità e quindi seppure un rischio altissimo il contagio non è certo al 100% neanche con tutte le variabili sopra citate cioè numero di esposizioni, durata, quantità elevata di liquidi biologici (di sangue in questo caso) ecc... Così come lo scambio immediato di siringa dove un tossicodipendente e' sieropositivo e l'altro no anche in questo caso si parla di probabilità di contagio che può aumentare o diminuire a secondo delle variabili sopra citate cioè durata, quantità di sangue ecc... (ovviamente il tipo di esposizione e' meno rischiosa di una trasfusione di sangue infetto) quindi il contagio non e' certo al 100%, così come qualsiasi tipo di esposizione sessuale che varierà in base al tipo di rapporto e alle variabili già citate o altri tipi di esposizioni occupazionali e non, si parla sempre di probabilità di contagio e il contagio non e' certo al 100%, come per le altre MST epatiti, gonorrea ecc... come per l'HIV si parla sempre di probabilità di contagio che varia in base alle variabili sopra citate e alla tipologia di batter e virus delle MST che possono essere più infettive o meno infettive e quindi con una probabilità più alta o più bassa di infezione rispetto al virus HIV e quindi anche per le altre MST il contagio non e' certo al 100%?
In breve per HIV e MST si parla sempre di probabilità di contagio in base a variabili già citate che aumenteranno il rishio e alla tipologia di batteri e virus che saranno più o meno infettivi uno rispetto a un'altro, quind il rishio di contagio non è certo al 100% o è certo che ci si infetti?
Qui trattiamo solo di HIV.
Ci sono probabilità di rischio, in caso di esposizione, che possono essere maggiori o minori, in base alle variabili da lei esposte, ma il contagio è non è automatici, è possibile ma non certo.
PBQ2014/1501 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 20.46
GENTILE STAFF,
TEST NEGATIVO AD 89 GIORNI, MA DA UN MESE HO UNA FARINGITE CHE NON MIGLIORA NONSTANTE ANTIBIOTICO. FATTO TAMPONE FARINGEO, NEGATIVO, EMOCROMO NORMALE...QUINDI VEROSIMILMENTE L'ORIGINE E' VIRALE. C'E' LA POSSIBILITA' CHE SI TRATTI DI HIV? IN QUESTI MESI HO FATTO 6 TEST, TUTI NEGATIVI...
L'HIV non c'entra.
PBQ2014/1500 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 20.45
Salve, sono ragazzo omosessuale. Nell'ultimo mese ho incontrato tre ragazzi con i quali ho avuto sostanzialmente baci profondi, masturbazione reciproca dei peni, ho praticato masturbazione con le dita all'ano dei ragazzi. E' capitato di ricevere sperma sulle mani o su parte del corpo (pancia, fianco). Devo fare tests? Oppure sono situazioni non a rischio? Grazie
Di per se, non si tratta di situazioni a rischio.
PBQ2014/1499 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 13.04
Buongiorno Dottori,

test a 190 giorni negativo da un evento a rischio. Definitivissimo in ogni caso?
Grazie.
Bastano 3 mesi.
PBQ2014/1498 Staff
Inizio pagina

 

  giovedì 19 giugno 2014 08.47
Buongiorno dottori
Ho svariati test negativi, l'ultimo ormai a 4 anni e mezzo da un periodo di rapporti a rischio.
Continuo ad avere sintomi importanti: diarree e crampi intestinali, eruzioni cutanee, spossatezza e sensazioni di infiammazione.
Da sei mesi ho un rapporto con una nuova ragazza, che aveva fatto il test negativo e che non presentava nessun disturbo.
Ora anche lei presenta svariati sintomi: una candidosi molto forte, crampi intestinali meno frequenti dei miei, stesse eruzioni cutanee e prurito, una forte spossatezza.
Sono sicuro di non avere l'HIV e di averlo trasmesso a lei.aiuto
L'hiv non c'entra nulla. In questi 4 anni, ha mai provato a parlarne con uno psicologo?
PBQ2014/1497 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.39
Buonasera, statisticamente e' più rischioso lo scambio di siringa come avviene tra tossicodipendenti quindi in maniera immediata oppure il sesso anale ricettivo, quale delle due esposizioni ha una percentuale più alta di rischio tenendo conto delle percentuali globali che saranno uniformi a tutti i Paesi mondiali più o meno.
La prima.
PBQ2014/1496 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.36
CIAO,
NEL DITO INDICE HO DELLA PELLICINA LEVATA AVVOLTE MI ESCE UN POCHETTINO DI SANGUE, STAMANE HO STRETTO LA MANO UD UNO SCONOSCIUTO,RELAMENTE HO NOTATO CHE AVEVA LE MANI SPORCHE ....SARA' SCIOCCO MA LA MIA DOMANDA E' SE SI RISCHIA QUALCOSA??
GRAZIE.
Ha ragione, è una paura molto sciocca e infondata. Non ci si infetta stringendo mani, nemmeno con una pellicina alzata.
PBQ2014/1495 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.34
buongiorno staff,
dopo un rapporto con una prostituta e rottura del preservativo,a distanza di un anno e 4 test fatti tutti negativi,oggi ho un mal di gola pazzesco e ingrossamento dei linfonodi alla gola.
puo' esser sintomo di una positivizzazione dell'hiv??
sono nel panico e' ho paura che a distanza di un anno si positivizzi il risultato.
grazie.
Paura infondata.
PBQ2014/1494 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.31
Salve avrei due domande:
La prima: ho letto che urinare prima e dopo un rapporto sessuale sia in maschi che femmine riduce il rischio HIV e MST (io ci credo poco) (per le femmine ho letto che lavande vaginale o lavande anali in caso di rapporti anali hanno poca efficacia) serve più che altro per il partner insertivo per elimire eventuali virus e batteri nell'uretra lavandoli via, ma questo appunto urinare dopo il rapporto, ma l'urinare prima del rapporto a cosa serve, serve in modo che uomo o donna urinando eliminano eventuali batteri per non trasmetterli al partner, insomma urinare prima serve solo per non volerli trasmettere al partner, mentre urinare dopo in caso il partner non abbia urinato uno e' sicuro che comunque riduce la probabilità di rischio MST?
La seconda: mettere un preservativo avendo più partner contemporaneamente senza lavarsi il pene, il fatto che non ci si lavi il pene fa differenza oppure non c'entra niente e il condom se non si rompe protegge?
Urinare prima e/o dopo non è un metodo di prevenzione sensato, proprio per niente.
Il profilattico integro protegge (lei), ovviamente, anche con più partner contemporaneamente.
PBQ2014/1493 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.28
Buongiorno,
vorrei chiederle delle delucidazioni in merito a un rapporto che ho avuto, che non so se è da considerarsi a rischio o meno.

Circa due mesi fa ho avuto un rapporto con un altro ragazzo (c'è stata solo della masturbazione reciproca e poi mi ha stimolato il mio ano con la sua saliva e dito).
Sono preoccupato per la saliva nel mio ano e il suo dito.

Ho fatto un test a 15 giorni (negativo) e un test salivare a 4 settimane (negativo).

Solo che a distanza di due mesi, mi è venuta una macchia rossa sulla panca del diametro di 5 mm.

Secondo voi il rapporto potrebbe aver causato un contagio ? E il test a 4 settimane salivare quanto può essere veritiero?.


Cordiali Saluti
Situazione non a rischio, test inutili.
PBQ2014/1492 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.27
Buongiorno intanto grazie per il Vostro Servizio, unico nel suo genere.
Volevo chiedervi se un'eiaculazione avvenuta sul viso se va a contatto con la parte esterna delle narici ( dove c'è la peluria ma anche un po' piu internamente ) durante l'eiaculazione o subito dopo durante lavaggio con aqua fredda per cercare di eliminare il fatto, secondo voi la mucosa ( se è mucosa o pelle non so ) della parte esterna narici o poco più internamente rispetto la peluria dle naso è resistente al'infezione come la cavità orale ( come da voi sostanzialmente sostenuto ) o le narici sono come occhi ed ano ad elevatissimo rischio di infezione? grazie e spero in bene...
Non a rischio.
PBQ2014/1491 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.21
Ritirato il referto a 90 giorni. Negativo.
Voglio ringraziare lo staff di vero cuore.
Voglio fare una riflessione personale che spero possa aiutare tutti.
Sono sempre stato molto ferreo nelle mie scelte di vita ho sempre fatto volontariato ragazza fantastica insomma vita perfetta. Fino a quando il caso vuole ci lasciammo. Arrivo al dunque altrimenti mi dilungherei troppo. Finita la nostra storia caddi in piena depressione che duro 6 mesi, deciso di nascondere i miei problemi dietro delle bottiglie e un giorno (3 mesi fa) decisi di andare con una prostituta e indovinate un po mi si ruppe il preservativo, ora ringrazio dio di aver visto negativo. Ciò che voglio dirvi e che lo staff ha risposto bene con me mi ha spiegato che i presunti sintomi non esistono con un test negativo a 30 giorni. Ho avuto febbri rash bolle tossi diarree, ma sapete cosa erano il mio cervello che viaggiava più veloce della luce facendosi castelli se avete un test negativo a 30 giorni fate quello 90 giorni ma come se fosse un'appuntamento con un parente che ci sta antipatico! Godetevi la vita non fate cazzate come me!!!! Un grandissimo grazie staff
Bene.
PBQ2014/1490 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.20
Gentilissimo staff ho ritirato i referti di stamattina... Ho test a 5 40 55 75 100 145 HIV hcv sono definitivissimi?
Si.
PBQ2014/1489 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.19
Dottori io ho avuto un rapporto protetto ma da quella persona sono stato infettato da hpv se nel caso lei fosse sieropositiva ho preso anche il virus HIV grazie mille
Se il rapporto è stato protetto correttamente no. In caso, il test toglie ogni dubbio.
PBQ2014/1488 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.17
buongiorno.
dieci giorni fa circa ho avuto un incontro con un travestito che si prostituisce per vivere.
i rapporti sono consistiti in:
orale io a lui coperto da profilattico
orala lui a me glande coperto da profilattico, ma lui che ha leccato e succhiato i miei testicoli,
eiaculazione mia nel profilattico
lui ha eiaculato e il primo schizzo di sperma è andato sul mio fianco sx.

mi sono lavato subito dopo con abbondante acqua e sapone nel suo bagno, prima le mani e poi il fianco e poi i genitali.

devo fare il test ?

grazie, buon lavoro.
La situazione descritta non presenta rischi specifici.
PBQ2014/1487 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 23.16
Gentili medici, Buon giorno.
So gia' che mi direte che i sintomi non contano, ma conta solo il test, però vi chiedo una cosa è spero possiate rispondermi.
E' possibile che i sintomi inizino alla 7/8 settimana? il numero verde ISS dice di NO (massimo entro la sesta).
E' possibile che durino anche un anno e di più? Leggo in giro che durano 10-15 giorni, ma non ci capisco niente.
Un'ultima domanda e poi non disturbo più.
Mi potreste spiegare se il contatto indiretto è sempre non a rischio? c'e' chi dice di si e chi dice che se è avvenuto prima dei 5 secondi è a rischio.
pongo queste domande a seguito di un rapporto orale ricevuto protetto, ma nello sfilare il condom quest'ultimo è venuto a contatto con ferite diciamo aperte sulle dita e sull'inguine molto irritato.
se nella saliva ci fosse stata una leggere o minima quantità di sangue, questo comporta rischio essendo stato contatto "INDIRETTO" ma forse prima dei famosi 5 secondi?
Grazie Mille
Samy
Tutte le questioni che pone, come le è già stato risposto, sono prive di fondamento. Conta il test. I possibili sintomi da infezione acuta (non utilizzabili a fini diagnostici in quanto aspecifici e confondibili con tante altre patologie banali) iniziano presto e durano poco. La situazione descritta non è a rischio.
PBQ2014/1486 Staff
Inizio pagina

 

  mercoledì 18 giugno 2014 22.21
OK staff esame fatto incrociate le dita per me un grande grazie
ok
PBQ2014/1485 Staff
Inizio pagina

 

  domenica 15 giugno 2014 21.59
Buongiorno! Sono stata 3 mesi assieme ad un ragazzo. Entrambi avevamo da poco fatto il test hiv, per entrambi negativo. Abbiamo quindi anche avuto 2-3 volte rapporti sessuali non protetti, anche se con coito interrotto. Poi mi ha confessato di essere stato, prima di me, con una persona sulla quale aveva dei dubbi ed era per quel motivo che aveva fatto il test che il medico gli aveva consigliato di ripetere a giugno. Ora sta aspettando il risultato, ma io non so piu' se credergli e sono nel panico piu' totale. Ho nausee da un mese circa (non sono incinta), ho la lingua ricoperta da una patina bianca che mi pizzica continuamente come se mi fossi scottata e mi formicolano continuamente mani e piedi. Cosa mi consiglia di fare? Mi consiglia di andare a mia volta a fare il test o di aspettare il suo risultato? Ho paura che non mi abbia detto la verita' fin dall' inizio. Io non ho mai avuto questi sintomi ed il formicolio e la lingua che pizzica sono fastidiosi. Grazie per il suo aiuto
Il test è meglio farlo in prima persona. Lo faccia nei tempi consigliati e nonnsi faccia prendere dalle paranoie. Non esistono sintomi utili ai fini diagnostici, conta solo il test.
PBQ2014/1484 Staff
Inizio pagina

 

2001 | Indietro | Avanti | Oggi

 

  Vivere al Sole - Comunità Emmaus onlus - Chiuduno (BG) - CF 01548250164 Team HIV - AIDS Inizio pagina
by Fox